Glaucus Atlanticus

1.830,00 IVA incl.

il “Glaucus Atlanticus”, opera del ciclo concrezioni fossili, si ispira al piccolo e stupefacente mollusco colorato da cui prende il nome. L’archeologia di Gobbetti è la ricerca di forme che evocano antichi ritrovamenti di esseri misteriosi. L’artista scopre indecifrabili resti nelle stratificazioni del tempo, che non sono collocati su un supporto, bensì emergono dal supporto stesso, in cui l’artista è una sorta di archeologo e spettatore: non le crea, ma le porta alla luce con stupore. La tavola o la tela sono il luogo di un ritrovamento. Questi oggetti, gusci o scheletri di esseri o vegetali, emergono da uno spazio indefinibile, sicuramente molto remoto, che oggi ci evoca degli archetipi che ci appartengono e che quindi possiamo riconoscere inconsciamente.  Nelle concrezioni fossili la materia, aggregata nel colore indurito e nei tessuti sulle tavole, emerge dai sedimenti del tempo, dagli strati della storia. Il bianco è il presente, il luogo non-luogo in cui transita la vita e che scopre, con molteplici sfumature, il passato di grandi fossili e misteriose entità.

Disponibile

COD: CF7 Categoria:

Informazioni aggiuntive

Peso 4 kg
Dimensioni 47 x 120 cm
Formato

Supporto

Misure

Anno

Tecnica